Al rifugio Dal Piaz per lo Scalon di Pietena

Gruppo Montuoso Vette Feltrine
Cartina 023 Tabacco
DifficoltÓ E
Dislivello 1600 m
Altitudine Massima 2094 m (Passo Pietena)
Tempo 7h 30
Segnavia 803 - 812 - 801 - 816
Punto di partenza Vignui - Val di San Martino (580 m)
Periodo Giugno 2005
Escursioni collegate Invernale al Rifugio dal Piaz
La Piazza del Diavolo
Note L'itinerario permette di superare in maniera del tutto agevole, per buoni sentieri o mulattiere, il notevole balzo (1500 m) tra la Val Belluna e i circhi sommitali delle Vette Feltrine. Si sale per il ripido Scalon di Pietena, fino all'omonimo passo e al Rifugio Dal Piaz, si scende poi per l'ancora pi¨ erto Scalon delle Vette.
Descrizione Da Feltre si sale al paesino di Vignui (533 m); appena dopo l'abitato si prende una stradina asfaltata sulla destra (indicazioni per Val di San Martino) che dopo poco diventa sterrata e si inoltra a saliscendi nella valle, oltrepassando la chiesetta di San Martino; si prosegue fino ad arrivare a un ponticello (580 m) dove si lascia l'auto (limitate possibilitÓ di parcheggio).
Si attraversa il ponticello e si prosegue sulla stradina lungo la riva sinistra dello Stien fino al suo termine presso una presa dell'Enel in localitÓ Sass SbregÓ (630 m). Si continua su una mulattiera, sempre con moderata pendenza che porta a un ripiano dei pressi di una calchera restaurata di recente (691 m - 30 min).
Si abbandona la mulattiera e si prende il sentiero di sinistra (indicazioni per Pian dei Violini e Rifugio Dal Piaz - segn. 812 e 816). Attraversato il torrente si sale a tornanti fino al Pian dei Violini (896 m - 1h) e a un bivio; in questo tratto sono consigliabili brevi deviazioni per ammirare le belle cascate del torrente Stien. Si lascia il sentiero 812 che seguiremo al ritorno e si imbocca il sentiero 816 che passa vicino a due casere e risale verso lo Scalon di Pietena con pendenza graduale attraversando un bel bosco di faggi e abeti.
Pi¨ su si esce su terreno pi¨ aperto sottostante una bastionata rocciosa (1450 m) dove la visuale si apre sulla valle di San Martino e sulla piana di Feltre. Si risale la bastionata rocciosa per mulattiera a tratti scavata sulla roccia e continuando lungo un vallore roccioso su terreno prativo e con mughi si va a raggiungere il ciglio inferiore del grande circo glaciale soprastante e, poco oltre, i ruderi di Malga Pietenetta (1856 m - 3h). Aggirando ad oriente un rilievo che sorge in mezzo al circo il sentiero guadagna ancora quota andando a raggiungere la Busa di Pietena. L'ambiente Ŕ caratterizzato da aperte zone di pascolo e da affioramenti calcarei con fenomeni carsici.
Continuando in direzione nord-ovest il sentiero raggiunge i ruderi di Casera di Pietena (1900 m circa) e con un'ultimo strappo (traccia poco evidente) va a confluire nella mulattiera 801 (Alta Via N. 2) sotto le pendici merionali di Cima Dodici. Seguendo la mulattiera verso sinistra si raggiunge in breve il Passo Pietena (2094 m - 4h) e ci si affaccia alla testata dell'amplissima Busa delle Vette Grandi. Dal passo la mulattiera scende a tornanti nella Busa attraversandone la testata raggiungendo la stradina che porta alla Malga Vette Grandi (1940 m). Lungo la strada si risale al Passo delle Vette Grandi (1994 m) e al vicino Rifugio Dal Piaz (1993 m - 5h).
Dal rifugio si risale al Passo delle Vette Grandi dove si imbocca il malagevole sentiero 815 (indicazioni per Valle di Lamen) che attraversa in discesa il versante settentrionale del Col Cesta. Il sentiero diventa poi migliore e a saliscendi (attenzione ai segni) porta all'insellatura del Forzelon (1894 m - 5h 20) alla testata della ripidissima Valle di Lamen. Si lascia il sentiero 815 e si imbocca l'812 (indicazioni per Valle di San Martino) e si scende ripidamente in direzione nord fino ad un altro bivio; si prosegue sempre lungo l'812 che si avvicina al ciglio superiore dell'erto Scalon delle Vette e comincia a discenderlo a tornanti; il sentiero comunque Ŕ sempre agevole e la pendenza Ŕ in parte attenuata dai mughi. Si passa un aereo tratto a tornanti scavato nelle roccia (le Stanghe Rosse), poi si entra nel bosco e con una serie infinita di svolte si perde quota fino ad arrivare al bivio nei pressi del Pian dei Violini (896 m - 6h 45). Per il percorso seguito all'andata si ritorna all'auto (7h 30).

Immagini
La partenza La partenza
Chiesetta nei pressi di Sass BregÓ Chiesetta nei pressi di Sass BregÓ
La calchera La calchera
Bivio a quota 691 m Bivio a quota 691 m
Si passa il torrente Si passa il torrente
Cascatelle sul torrente Stien Cascatelle sul torrente Stien
Lo Scalon di Pietena Lo Scalon di Pietena
Pian dei Violini Pian dei Violini
Lungo la mulattiera Lungo la mulattiera
Bastionata rocciosa Bastionata rocciosa
La valle di San Martino La valle di San Martino
La mulattiera scavata sulla roccia La mulattiera scavata sulla roccia
Sopra il salto Sopra il salto
Torrioni rocciosi lungo lo Scalon Torrioni rocciosi lungo lo Scalon
Il ciglio inferiore della Busa Il ciglio inferiore della Busa
Si entra nella Busa Si entra nella Busa
Casera Pietenetta Casera Pietenetta
Fioriture nella Busa Fioriture nella Busa
Fioriture nella Busa Fioriture nella Busa
In vista di passo Pietena In vista di passo Pietena
I ruderi di casera Pietena I ruderi di casera Pietena
La Piazza del Diavolo La Piazza del Diavolo
La Busa di Pietena dall'alto La Busa di Pietena dall'alto
Incrocio con Alta Via N. 2 Incrocio con Alta Via N. 2
Passo Pietena Passo Pietena
La Busa delle Vette Grandi La Busa delle Vette Grandi
In discesa dal passo In discesa dal passo
Verso il Passo delle Vette Grandi Verso il Passo delle Vette Grandi
Passo delle Vette Grandi Passo delle Vette Grandi
Rifugio Dal Piaz Rifugio Dal Piaz
Verso il Forzelon Verso il Forzelon
In discesa dal Forzelon In discesa dal Forzelon
Verso lo Scalon delle Vette Verso lo Scalon delle Vette
Il ciglio superiore dello Scalon Il ciglio superiore dello Scalon
Discesa nello Scalon Discesa nello Scalon
Le Stanghe Rosse Le Stanghe Rosse
Le Stanghe Rosse Le Stanghe Rosse
Arrivo a fondovalle Arrivo a fondovalle
Lo Scalon visto dal basso Lo Scalon visto dal basso

Home